Campidoglio, record di arrivi negli Aeroporti di Roma

Arriva una conferma di grande crescita dei flussi turistici nella Capitale: è record di arrivi negli Aeroporti di Roma.
Quasi 49 milioni di passeggeri sono transitati nei due Aeroporti di Roma nel 2018. Si tratta di un record storico, ottenuto in particolare con la crescita dello scalo di Fiumicino che ha avuto un incremento del 4,9% rispetto al 2017, e che giunge come un’ulteriore conferma del forte aumento dei flussi turistici verso la Capitale riscontrato nell’ultimo anno.
“Voglio esprimere grande soddisfazione per il consistente aumento di passeggeri registrato negli scali romani – dichiara la Sindaca Virginia Raggi - e il plauso alla società Aeroporti di Roma, al suo management e ai dipendenti per l’ottima performance, che conferma il primato del sistema aeroportuale romano su scala nazionale”.
In una fase storica in cui l’industria aeroportuale ha fatto più volte registrare difficoltà e complicazioni di ogni sorta sul piano gestionale, strutturale, amministrativo ed anche solo di pianificazione progettuale, l’idea di poter andare avanti in un percorso complesso ma virtuoso sulla base di numeri di crescita particolarmente soddisfacenti è uno dei principali motivi di entusiamo nel campidoglio.
Ecco perchè va analizzata a fondo la necessità di comunicare tutta la propria grande soddisfazione da parte della Sindaca Virginia Raggi per il consistente aumento di passeggeri registrato negli scali romani. Il suo cenno alla società Aeroporti di Roma, al suo management e ai dipendenti è poi del resto una chiara e lampante conferma, oltre che del primato del sistema aeroportuale romano su scala nazionale, come ha detto la sindaca, anche di un sistema di rilancio che non ha paura anche di rischiare. La crescita dei flussi turisti del resto poi va analizzata anche come una sorta di investitura verso Roma in quanto tale: indicazioni che si sommano anche ad altre che di recente il Campidoglio ha amato snocciolare, come i successi di adesione e di apprezzamento ad esempio per le innumerevoli iniziative di stampo culturale che tra musei e biblioteche o eventi si sono tenute nella capitale a Natale o i trend di frequentazioni che sono vistosamente cresciuti, ad esempio, intorno al Colosseo.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*