Multiservizi di Cerveteri, nota sugli interventi ambientali

In una nota la Multiservizi di Cerveteri diffonde dati, tempistiche e modalità di intervento sul verde cittadino che si andranno a svolgere dal post epifania.
Fino all’11 Gennaio infatti la Multiservizi realizzare opere su verde e superficie erbosa in città e con dovizia di particolari, in una nota, lo comunica dettagliatamente.
“Ad oggi sappiamo che la superficie erbosa su cui Multiservizi esegue il taglio erba, è pari a circa 257.528 mq. Si tratta di 26 ettari dislocati su 13.400 ettari totali di superficie comunale. Le cunette stradali si estendono per 327.784 mq (32 ettari). Non calcolando le campagne cervetrane, il verde orizzontale gestito da Multiservizi corrisponde quindi al 12% di tutta la superficie del territorio urbanizzato di Cerveteri. 
Per quanto riguarda gli alberi e dati quantitativi, si è partiti da una situazione decisamente critica, in quanto erano moltissime le alberature bisognose di interventi urgenti: nell’inverno tra il 2016 e il 2017 sono state effettuate circa 434 potature ordinarie sulle alberature del territorio. Nel 2018, da gennaio a novembre, 310 potature ed è cominciato da poco un’altra fase di questa attività, dove si prevede, fino a febbraio prossimo, la potatura di altre 150 alberature. 
Di abbattimenti, se ne contano 122 nel 2017 e 66 nel 2018. All’attività di abbattimento si è voluto sempre associare l’attività di messa a dimora di nuove alberature: nel 2017 sono state piantate 40 nuove alberature e nel 2018, tra alberature e specie arbustive, saranno piantumate 140 essenze vegetali. Per approfondire il discorso di qualità di quest’ultime, circa 20 sono alberi già di grandi dimensioni; non si tratta più di piccoli alberelli con fusti di un pollice di diametro, ma di alberature anche di 2,5/3 metri di altezza. 
Al tema alberature si collegano i dati riguardanti il patrimonio arboreo di Cerveteri, poiché, ad oggi, sono state censite ed esaminate 2.817 alberature. Per ognuno di questi numeri sono associate informazioni relative a specie, altezza, diametro, ultimi interventi effettuati e interventi da programmare. Il catasto arboreo è uno strumento operativo e tecnico importantissimo per programmare, gestire, utilizzare ed orientare lo sviluppo futuro delle aree verdi. Inoltre, la legge n. 10 del 2013 prevede che tutti i comuni sopra i 15.000 abitanti si dotino di un catasto delle alberature ma la Multiservizi ha deciso di affiancarlo ad una valutazione di stabilità, la Visual Tree Assessment (anche abbreviata Vta), che si basa sull’identificazione dei sintomi di decadimento strutturale dell’albero, sull’approfondimento di tali difetti mediante analisi visiva e tecniche strumentali e sull’attribuzione di una classe di rischio di schianto.”
Questa la nota della Multiservizi Caerite.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*