New York, i neonati potranno essere dichiarati di ‘Genere X’

Sul certificato di nascita di coloro che sono nati a New York e non si riconoscono né nel genere maschile, né in quello femminile, può apparire la parola "Sesso X". La decisione è stata presa a larga maggioranza dal Consiglio comunale e permetterà anche ai genitori di scegliere la "X" per designare i loro bambini appena nati. La comunità Transgender e LGBT della Grande Mela gioiscono per "decisione storica". Gli adulti che lo desiderano possono cambiare il loro certificato di nascita senza richiedere la certificazione medica.

"Oggi è un giorno storico per New York, sempre più campione del mondo di fronte all’inclusività e all’uguaglianza", commenta Corey Johnson, un sindaco democratico come il sindaco Bill de Blasio, che ora firmerà la legge che entrerà in vigore a partire dal 1 ° gennaio. Gennaio 2019.


"I newyorkesi non avranno più bisogno di una documentazione medica per cambiare il loro sesso sul certificato di nascita e non saranno più trattati come se la loro identità fosse un problema medico", aggiunge Johnson.

Carrie Davis, l’avvocato transgender che ha condotto la battaglia per il ’Gender X’, parla di "decisione eccezionale", sottolineando con un chiaro riferimento alle politiche dell’amministrazione Trump come arriva la svolta "in tempi di pericolo e incertezza su il fronte dei diritti del transgender americano a livello nazionale ".

Alcuni stati come California, Oregon e Montana consentono già di modificare il genere sul certificato di nascita senza una licenza medica, ma non forniscono il segno "X" invece di "Maschio" o "Femmina".


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Facebook
Twitter
Instagram
@italiasera
Google+
Meteo
Oroscopo
Borsa
Camera dei Deputati
Senato della Repubblica
Guida TV