La catalana Open Arms giunge a Barcellona con 60 migranti

La Ong catalana ha reso noto su twitter che la nave Open Arms, con a bordo 60 migranti, è giunta al porto di Barcellona. Esattamente come per l’arrivo della Aquarius a Valencia, la Croce Rossa spagnola, il comune di Barcellona e le autorità catalane hanno predisposto un dispositivo di accoglienza: I 60 migranti sono stati salvati al largo delle coste libiche il 30 giugno scorso e poi condotti nel porto di origine della catalana Open Arms a Barcellona, in seguito al rifiuto delle autorità maltesi ed italiane. I 60 migranti, 50 uomini, 5 donne e 5 minori di 14 nazionalità differenti, saranno visitati dai medici di Sanidad Exterior; potranno poi scendere a terra ed essere trasferiti nei centri di accoglienza previsti dal comune di Barcellona.

La Ong catalana Open Arms ha però non perso occasione per criticare nuovamente la scelta italiana (e di altri paesi europei) di chiudere i porti alle ong che trasportano migranti; Anabel Montes, a capo della missione di Open Arms, ha dichiarato che la decisione italiana "ci lascia in una situazione di impotenza".

"Questa gente fuggiva già prima che ci fossero le nostre navi – ha affermato Montes, aggiungendo che la decisione del governo di Madrid di accogliere a Barcellona i 60 migranti consente una via di uscita – un minimo degna". Il problema continua tuttavia a persistere, considerando il viaggio fino a Barcellona ha richiesto più giorni e maggiori costi.





0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*

Meteo

Guida TV

Borsa

Oroscopo

Camera dei Deputati TV

Senato della Repubblica TV

Assemblea Capitolina TV

Parlamento Europeo TV