Migranti: in agenda Budapest summit di Visegrad più Austria

Sta per prendere sempre più forma ed assumere, di conseguenza, dei contorni di particolare efficacia decisionale ed operativo il noto meeting che a Budapest tiene alti diversi delicati temi del momento europeo generale.

Il meeting rappresenta un nodo di svolta prinpalmente sul tema tanto delicato e di profonda attualità al momento, vale a dire quello sui migranti e sugli ‘spostamenti’ di intere schiere di uomini e donne alle porte ed alle frontiere, spesso chiuse, dei principali paesi europei. All’incontro sarà importante la presa di posizione dei capi di governo del gruppo di Visegrad - Viktor Orban per l’Ungheria, Mateusz Morawiecki per la Polonia, Andrej Babis per la Repubblica Ceca e Peter Pellegrini per la Slovacchia - insieme al cancelliere austriaco, Sebastian Kurz.

Al centro dell’agenda ci sarà la questione della politica europea sui migranti e la protezione delle frontiere dell’Ue. La tutela della frontiera di ogni singolo paese non deve tuttavia deprimere la necessità morale ed etica di salvaguardare la vita di chi è in difficoltà.

"Il focus sarà sugli sforzi per proteggere le frontiere esterne, in particolare un rafforzamento di Frontex e misure contro l’immigrazione illegale sopratutto sulla via dell’Albania", ha specificato il cancelliere austriaco Sebastian Kurz prima della partenza per uno dei convegni più attesi al momento.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Facebook
Twitter
Instagram
@italiasera
Google+
Meteo
Oroscopo
Borsa
Camera dei Deputati
Senato della Repubblica
Guida TV