IL TAR DEL LAZIO BOCCIA IL RICORSO: ATAC DEVE PAGARE LA MULTA DELL’ANTITRUST

Davanti alla multa da da 3,6 mln di euro che l’Antitrust le aveva inflitto lo scorso luglio (per una pratica commerciale, ritenuta scorretta, su corse cancellate e mancata informazione ai consumatori), Atac aveva deciso di ricorrere. Ma il Tar del lazio lo ha invece bocciato, spiegando nella sentenza che "La condotta di Atac legittimamente è stata ritenuta scorretta, in quanto contraria ai canoni di diligenza richiesti, nonché ingannevole". In particolare, viene sottolineato "il frequente e sistematico mancato rispetto dell’orario diffuso presso le stazioni e attraverso il sito Internet www.atac.roma.it, e la mancata diffusione preventiva di informazioni riguardo all’impossibilità di effettuare determinate corse". In sostanza, i giudici hanno condiviso la decisione dell’Agcm in quanto, si legge, "la soppressione delle corse, indipendentemente dalla successiva rimodulazione delle stesse, ha sostanzialmente vanificato la valenza informativa dell’orario diffuso, dal momento che esso non ha molto spesso trovato corrispondenza con la reale consistenza del servizio di trasporto ferroviario effettivamente offerto da Atac".
M.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*

Meteo

Guida TV

Borsa

Oroscopo

Camera dei Deputati TV

Senato della Repubblica TV

Assemblea Capitolina TV

Parlamento Europeo TV