“UN SOGNO VISSUTO, IERI, OGGI E PER SEMPRE”: IN USCITA UN CD ED UN LIBRO CHE OMAGGIANO LA STRAORDINARIA CARRIERA ARTISTICA DI ROBY FACCHINETTI, INDISCUSSA VOCE DEI POOH

hqdefault.jpg (480×360)


Ad un anno dal fastoso tour che li ha visti trionfare negli stadi (prima) e nei palasport del Paese (dopo), il ricordo ed il successo dei Pooh non accenna minimamente a diminuire. Anzi, la recente ‘riproposizione’ del loro concerto milanese a San Siro, replicato da Canale 5, ha registrato il ‘pieno’ di ascolti nel palinsesto di Cologno Monzese. Ed ora, complice il generoso ‘bailamme’ di feste e sagre che colorano le province della Penisola, con il moltiplicarsi delle occasione di spettacoli nelle piazze, moltissimi musicisti amatoriali si apprestano a calcare i palcoscenici proponendo la musica dei loro beniamini. I Pooh, nello specifico, in virtù di un’irripetibile carriera cinquantennale, sono tra i più suonati tra le coverband italiane. Ora, con l’avvento del definitivo addio, in molti – pur conservandone un ricordo ‘univoco’ – hanno sposato la produzione interna alla storica band, chi propendendo  per uno dei quattro, e chi per un altro. Fabrizio Di Marco è un musicista/fan dei Pooh, che da anni con la sua coverband romana dei Brennero 66, propone live il generoso repertorio del mitico quartetto (Fogli, urge sottolinearlo, è stato ‘tecnicamente’ una guest star della recente Reunion). In cuor suo Fabrizio ha sempre avuto una speciale ammirazione per Roby Facchinetti, tastierista, voce solista e principale autore delle musiche della band. Una vera e propria passione che, negli anni, ha spinto Di Marco ad andare oltre la coverband, per cimentarsi ‘personalmente’ con la produzione del suo beniamino. Da qui, in lui, l’idea di dare vita ad un omaggio ‘vinilico’ a Roby (passateci il temine, il senso è quello!), realizzando un cd dove, oltre che ‘rileggere’ – sia a livello canoro che arrangiamentale – dieci tra le canzoni composte da Facchinetti, da lui più amate (‘Ma che vita è la mia’, ‘Anima e corpo’, ‘E’ per me’, ‘Fai coil cuore’, ‘Il tempo di guardare la luna’, ‘Din Din Din’, ‘Figli’, ‘Due belle persone’, Vivrò’, ‘Ma perché non si vive per sempre’, ‘Un mondo che non c’è’), ha anche inserito all’interno del compact due brani inediti. Il primo, ‘Per dirti tutto’ – interamente dedicato a Roby - Di Marco lo ha firmato con Mauro Pulvirenti, mentre il secondo, ‘Due lettere aperte per due amici per sempre’, è una poesia musicata da Domenico Migliori (che ha collaborato all’incisione), che lo stesso Roby aveva dedicato all’indimenticato fraterno amico/collega Valerio Negrini. Nel presentare questa iniziativa di Fabrizio Di Marco, urge inoltre sottolineare che qui non ci troviamo di fronte ad un’opera presuntuosa, partorita da un ‘fan integralista ma, piuttosto, al delicato omaggio di un musicista che, senza ‘scimmiottare’, dedica la propria gratitudine per quanto appreso dal suo Maestro, in termini di musica ed emozioni, negli anni. E non è poco. Tanto è che, nel corso della realizzazione del lavoro, Di Marco ha sempre voluto sottoporre ogni suo passaggio al giudizio dello stesso Facchinetti, che ne ha approvato puntualmente l’evoluzione. Correlato al cd, un interessante libro di circa 100 pagine (scritto in collaborazione con Silvana Adami), attraverso il quale – spesso scavando anche dentro di sé – non senza autoironia, Fabrizio ripercorre emotivamente il ‘viatico’ di questo suo progetto: dall’idea iniziale, fino alla sua realizzazione. Dall’8 luglio sia il cd che il libro saranno disponibili anche su ordinazione, attraverso la pagina Facebook dedicata (Tributo Roby Facchinetti), oppure facendone richiesta all’indirizzo mail: tributorobyfacchinetti@gmail.com Tanto per rimanere in tema Pooh, non possiamo che augurare a Fabrizio… ‘buona fortuna’!


Max Tamanti


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Facebook
Twitter
Instagram
@italiasera
Google+
Meteo
Oroscopo
Borsa
Camera dei Deputati
Senato della Repubblica
Guida TV