AL VITTORIANO ARRIVA “IL PIU GRANDE ARTISTA DECORATIVO DEL MONDO”: ALFONS MUCHA di Mary De Cubellis

 vyr 7plakat-mucha-Sarah-BernhardtovaTra i maggiori esponenti dell’art Noveau, Alfons Mucha, pittore attivo in Europa negli ultimi decenni del XIX secolo, sarà al centro dell’esposizione al Complesso del Vittoriano fruibile dal 15 aprile all’11 settembre 2016.


La prima grande esposizione che vede come protagonista l’artista ceco, è curata da Tomoko Sato ed organizzata da Arthemisia Group in collaborazione con la Fondazione Mucha.


Circa 200 le opere accostate negli spazi allestiti del Vittoriano, tra dipinti, manifesti, disegni, opere decorative, lo spettatore potrà trovarsi dinnanzi alle numerose significative opere della sua copiosa produzione come il Manifesto di Sarah Bernhardt, oppure i disegni preparatori degli arredi della Boutique Fouquet.


Per le convinzioni politiche di Mucha, che auspicava in un’indipendenza politica delle terre ceche e delle regioni slave, è significativa l’Epopea Slava, una serie di grandi dipinti che descrivono la storia del popolo slavo, opera che viene completata e presentata a Praga nel 1928.Opera, nella quale viene racchiuso tutto l’amore dell’artista per la propria patria e per gli ideali utopici, che si rispecchiavano in un’universalità dell’arte, capace di comunicare ed ispirare il mondo intero.


Sempre più ricorrenti le immagini femminili in abiti dal taglio neoclassico, sensuali e talvolta intrise di erotismo, circondate da motivi floreali che formano cornici geometriche, che rendono immediatamente riconoscibile l’artista. Lo “Stile Mucha”, infatti, lo ha reso unico, modernista appunto, eterno simbolo dell’Art Nouveau.


Nel 1904, durante una visita negli Stati Uniti, i mass media salutarono in Mucha il più grande artista decorativo del mondo.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*
Facebook
Twitter
Instagram
@italiasera
Google+
Meteo
Oroscopo
Borsa
Camera dei Deputati
Senato della Repubblica
Guida TV